Viaggio alla Réunion accompagnati da una guida geologica e naturalistica.
Isola di origine vulcanica, il cui territorio fa parte dei siti appartenenti al Patrimonio Mondiale Unesco ed originata dalle eruzioni del Piton des Neiges, è  ancora oggi in continua evoluzione grazie al vulcano Piton de la Fournaise, uno dei più attivi al mondo.
L’incantevole bellezza dell’isola è caratterizzata da distese di lava nera, picchi montuosi verdeggianti, bianche cascate e lagune turchesi ed il modo migliore per viverla appieno è esplorarla mediante alcuni brevi trekking che richiedono un impegno fisico non eccessivo, ma solo un buono stato di forma.

Programma:

1° giorno: volo aereo Italia-Isola della Réunion.

2° giorno: Saint Denis – Hell-Bourg
Arriviamo in aeroporto e dopo un breve sguardo al capoluogo, partiamo subito alla volta di Hell-Bourg. Durante il tragitto ci fermiamo ad ammirare le prime delle innumerevoli e splendide cascate tra cui la famosa “Voile de la Mariée”, un’impressionante cascata d’acqua che si divide in una miriade di rivoli.

3° giorno: Hell-Bourg – Col des Boeufs – Circo di Mafate (La Nouvelle)
Con i nostri mezzi a motore ci dirigiamo al parcheggio del Col des Boeufs da cui parte il nostro trekking diretto al villaggio de La Nouvelle; situato entro un circo vulcanico nel cuore della Réunion, è l’ultimo baluardo alla pressione antropica della “civiltà dell’automobile”, in quanto ha la particolarità di essere l’unica comunità stanziale non ancora raggiunta dalla rete stradale.

4° giorno: Mafate – Salazie – Grand Etang – Plaine des Palmistes
Ritorniamo a piedi verso il Col des Boeufs, recuperiamo il nostro mezzo a motore e ci dirigiamo verso Saint-André per la scoperta dell’est dell’isola. Dirigendoci verso Plaine des Palmistes sostiamo lungo le rive del Grand-Etang, lago di origine vulcanica e, se le condizioni climatiche lo permetteranno, ci sarà l’opportunità di fare una camminata lungo le sue rive fino alle dirompenti cascate di Bras d’Annette.

5° giorno: Foresta Primaria di Bébour-Bélouve – Trou de Fer – Plaine des Palmistes
Dopo aver attraversato con i nostri automezzi la foresta di Bélouve raggiungiamo, con un trekking che si sviluppa in una foresta di felci arborescenti ed antichi tamarindi, il Trou de Fer, impressionante depressione geologica con una stupenda vista panoramica su spettacolari cascate. Al ritorno, breve deviazione per far visita alla Maison du Vulcan, museo moderno ed interattivo che tratta la vulcanologia e mostra la formazione geologica dell’isola.

6° giorno: Gita al Vulcano Piton de la Fournaise
Il trekking di oggi ci porta alla scoperta del vulcano tuttora attivo Piton de la Fournaise. Partenza alle prime ore del mattino ben equipaggiati per iniziare un’avventura all’esplorazione di paesaggi inusuali; salita fino alla caldera attraversando Pas de Bellecombe, passaggio attraverso i bastioni del recinto*, per addentrarci infine in uno scenario lunare dove potremo osservare le curiose formazioni vulcaniche di Formica Léo, Chapelle de Rosemont e Cratere Dolomieu.
* nel caso in cui il recinto di accesso al vulcano fosse chiuso, verrà effettuato un circuito alternativo.

7° giorno: Piton de la Fournaise – Sud Sauvage – Grand-Bois
Anche oggi partenza alle prime luci dell’alba per la visita alla parte sud-orientale dell’isola con una prima tappa a NotreDame des Laves, la chiesa sepolta dalla lava, seguita dal pranzo sulle scogliere battute dalle poderose onde dell’Oceano Indiano.
Ci spostiamo quindi nella regione Sud Sauvage, zona tipicamente creola, e ne visitiamo le bellezze naturali, tra le quali le colate del 2007, le più recenti.
Qui potremo scoprire i segreti della geologia non solo dalla superficie, ma anche dall’interno, con un’escursione al tunnel di lava.

8° giorno: Grand-Bois – Saint-Pierre – Cilaos
Dirigendoci verso Saint-Pierre, per una breve visita della città e dei suoi dintorni, attraversando un stupenda strada panoramica, raggiungiamo Cilaos, località che si trova a 1200 mt s.l.m., rinomata per i suoi ricami, la cultura delle lenticchie e per il suo vino. La cittadella si trova alle pendici del Piton des Neiges, la cima più alta dell’isola (quota 3070 mt s.l.m.), un mestoso picco, residuo dell’erosione di un vecchio vulcano.

9° giorno: Cirque de Cilaos
Dopo un’escursione matutina alla Forêt du Grand Matarum, raggiungiamo l’Ilet à Cordes percorrendo la Route Départementale 242, da cui potremo ammirare panorami mozzafiato. Qui potemo degustare le specialità del luogo, di produzione biologica e secondo la tradizione creola, e rilassarci alla vista del panorama sull’interno del circo.

10° giorno: Cilaos – Costa Ovest
Discesa sul litorale ovest e sosta al Souffleur, un geyser in riva al mare. Ci fermeremo in un hotel sulla costa per un meritato bagno ristoratore nelle calde acque dell’oceano nei pressi di La Saline-les-Baines o Saint-Gilles-les-Bains. Possibilità di gita in catamarano facoltativa nel tardo pomeriggio per l’avvistamento di balene e delfini (in alternativa visita all’acquario della città).

11° giorno: Cost Ovest – Saint Denis – Aeroporto
La mattina dell’ultimo giorno è dedicata al tempo libero, con la possibilità di rilassarsi sulle dorate spiagge dell’Hermitage. Nel pomeriggio trasferimento all’eroporto.

12°giorno: Arrivo in Italia

Date 2020: dal 9 settembre al 20 settembre
Date 2021:
dal 2 giugno al 13 giugno
minimo 6 viaggiatori – massimo 8 viaggiatori

Costi: € 2350 + volo (richiedi un preventivo a Top Travel Team Verona allo 045.800.51.67)

La quota include:
guida geologica e naturalistica professionista
9 notti in hotel, appartamento o BB
colazioni e cene, esclusa la cena del giorno a Saint-Gilles-les-Bains
trasporti sull’isola con minivan
carburante

La quota non include:
volo aereo (preventivo su richiesta all’agenzia Top Travel Team di Verona)
la cena del giorno a Saint-Gilles-les-Bains
pranzi
le entrate ai musei, tunnel di lava, catamarano e attività extra
tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota include”

La direzione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia Top Travel Team di Verona